Questi artisti di prima linea raccolgono le prime linee per l'affaticamento nel trattamento dei pazienti con Covid-19

Questi artisti di prima linea raccolgono le prime linee per l’affaticamento nel trattamento dei pazienti con Covid-19

Derek, 54 anni, ha detto alla CNN che dopo aver disegnato questa prima foto, si è sentito ispirato e ha iniziato a usare Instagram per contattare le infermiere che hanno pubblicato le foto dopo le loro convulsioni nel trattamento dei pazienti di Covid-19. Mentre le parole si diffondevano, gli operatori sanitari iniziarono a inviargli delle foto, e così fecero i loro amici e familiari che volevano onorare il loro duro lavoro.

“La cosa grandiosa è che stanno inviando foto che non sono i tuoi bei selfie che normalmente ti aspetteresti da Facebook”, ha detto. “Queste sono esperienze reali e reali.”

Invia quadri ai suoi soggetti per mostrare la sua gratitudine. Sebbene Covid-19 renda quasi impossibile intervistare qualcuno di loro di persona, Derek ha affermato che le loro risposte lo hanno portato avanti.

Ho visto chi erano, quindi ho inviato le foto alle persone e ho detto: “Ehi, grazie.” E la reazione che ho avuto è stata: “È incredibile, è una documentazione di un tempo nella storia”.

Derek ha detto che avrebbe fatto una foto della foto prima di metterla per posta. Il progetto è esploso quando ha iniziato a pubblicare dipinti sui social media. Ha iniziato a ricevere foto di operatori sanitari in prima linea da tutto il mondo. Amici e familiari gli inviano foto di medici e infermieri per la pittura. Ha anche avuto foto di pazienti che volevano onorare i medici che hanno contribuito a salvare le loro vite.

Derek ha affermato che le richieste di immagini sembrano seguire la diffusione dell’epidemia.

“Alcune richieste iniziarono a venire dall’Italia, quindi dall’Italia al Regno Unito, quindi dal Regno Unito alla Spagna, e dalla Spagna a New York, quindi gradualmente da New York attraverso gli Stati Uniti”, ha detto.

Sandy Tran è un'infermiera del pronto soccorso di Las Vegas che ha lavorato presso l'unità di terapia intensiva presso il Jacobi Hospital nel Bronx.

Dall’inizio di aprile, Derek ha dipinto almeno 100 ritratti. Ha detto che per il completamento di ciascuna di esse sono necessarie dalle tre alle quattro ore. Ha ancora un lavoro 9-5 ma trova il tempo di disegnare al mattino e dopo cena, anche durante i periodi di pausa pranzo.

Derek non ha mai esposto le sue opere in una mostra. quando Galleria del Centro Albany A North New York ha chiesto di appendere le foto, ha avuto un problema: “Hanno visto un sacco di tutto il lavoro, ma non ho potuto mostrare nulla perché mi è stato dato (ogni foto) immediatamente alla persona”.

Ha iniziato a lavorare e ha creato 20 ritratti in due settimane, abbastanza per tenere lo spettacolo e continuare a diffondere la positività.

“Sono solo una persona che disegna le immagini. Quindi, è un po ‘di confusione per me. Ma sono davvero felice che le persone stiano ricevendo delle buone notizie e qualche ispirazione e c’è una luce che evidenzia quanto siano incredibili queste persone.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *