President Trump says he's 'all for masks'

La crociata anti-maschera di Donald Trump è tornata

Ora, con il crescente danno clinico ed elettorale di un virus in crescita che si avvicina senza controllo dopo un altro giorno record per nuovi casi di mercoledì, il presidente può spostarsi molto lentamente verso un ripensamento.

Andando brutalmente quando tutti intorno a lui erano mascherati, Trump fece la falsa impressione che il peggio fosse alle nostre spalle, che la normalità stava per tornare nel trambusto. Ha rafforzato il suo rapporto con i sostenitori di base che vedono le delegazioni indossare la maschera come un segno di schiavitù per il governo e le élite e un ostacolo ai loro diritti.

Tuttavia, la posizione di Trump lo ha reso sempre più isolato anche dai leader repubblicani che hanno facilitato la sua presidenza senza restrizioni, mentre i funzionari della sanità pubblica, i capi di stato e di polizia invocano tutte le fasce politiche di tutti gli americani a nascondersi in luoghi pubblici in modo che il paese possa guarire se stesso.

Fossey ha detto che le aperture di stato aggressivo che Trump ha difeso erano controproducenti mentre la gente celebrava senza maschere nei bar e nelle folle.

“È una violazione dei principi di ciò che stiamo cercando di fare, che è l’esclusione sociale, indossando maschere”, ha detto Fauci a NPR mercoledì.

La realtà suggerita da tali avvertimenti ha cambiato il dibattito sull’indossare una maschera.

Lungi dal diventare un segno di forza e sfida, la isolata Trump Crusade contro le maschere – soprannominata “l’unico guerriero” in un recente tweet, è ora un simbolo della sua negazione di una catastrofe nazionale in rapida ascesa, una risposta del governo fallita e il suo rifiuto di prendere anche le misure di base per salvare le vite americane.

Mercoledì Trump ha fatto i primi segni di aver capito la scatola che ha realizzato per sé sulle maschere, che secondo gli esperti medici può contenere gocce che possono infettare persone e superfici e facilitare la diffusione del coronavirus.

In un’intervista con Fox Business, il Presidente ha affermato di essere “tutto in maschera” e che lo indossava in situazioni in cui non era possibile l’estrazione sociale in piccoli gruppi.
Ma negli ultimi due mesi, Trump ha sabotato una maschera che indossa, minando il consiglio del suo governo. Ha suggerito al Wall Street Journal che le persone indossano maschere per mostrare il loro rifiuto nei suoi confronti. Ha avvertito che non darebbe “piacere” alla stampa di vedere la sua faccia coperta in luoghi pubblici. Ha girato il paese con le sue opinioni e raccomandazioni sociali. Ha anche detto che non poteva indossare una maschera quando ha incontrato “presidenti, primi ministri, dittatori, re, regine”.

Il presidente ha detto lo scorso aprile: “Non lo so, in un modo o nell’altro, non lo vedo da solo.”

Il figlio di Trump calpesta le maschere

La piccola mossa di mercoledì dalla sua posizione consolidata potrebbe essere tutto ciò che può fare in questo momento – specialmente come il suo rivale a novembre, il democratico Joe Biden, ha detto che avrebbe costretto una maschera a essere indossata a livello nazionale se eletta.

Ma il problema non è se Trump indossasse una maschera separatamente. Vedere il presidente aprirsi la strada con una maschera sarebbe un segnale forte per milioni di fedeli sostenitori – specialmente quelli negli stati del sud conservatori in cui indossa la maschera e il virus peggiora e più velocemente.

Finora, Trump, che ha spesso rifiutato di correre il rischio di appoggiare la sua base – un’opzione che tutti i presidenti devono affrontare prima o poi – non è annegato. Prendendolo a lungo significa che se alla fine scenderà dall’Air Force One in una maschera, farà un polverone e probabilmente sarà privato di qualsiasi beneficio politico che potrebbe aver guadagnato in precedenza.

Non sorprende affatto, il presidente è diventato prominente nel problema di indossare una maschera. Più debole è la sua posizione politica prima delle elezioni, più adotta posizioni – su questioni come virus, razza e politica estera – che sembrano attraenti per i suoi sostenitori più devoti.

Rimbalzare sulla maschera di Trump è un atto di ribellione contro figure istituzionali, studiosi e funzionari professionisti nel governo con cui ha intrapreso una guerra interna da quando è entrato in carica. È un’occasione naturale per uno sconosciuto permanente che è costretto personalmente e politicamente a infrangere le regole.

L’addolcimento del semplice presidente è arrivato mercoledì nella sua posizione sull’indossare una maschera dopo che molti dei suoi alleati politici hanno respinto implicitamente la sua posizione, e hanno ripetutamente sottolineato che indossare la maschera non è un atto politico ma un gesto di umanità.

“Non dobbiamo avere stigmatizzazione quando si tratta di indossare maschere”, ha detto martedì il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell, repubblicano del Kentucky. Nello stato del Texas duramente colpito durante il fine settimana, il vicepresidente Mike Pence – che ha trascorso settimane minando messaggi governativi sulla questione e odia ottenere un incrocio con il suo capo – ha sostenuto una maschera. Tuttavia, Pence continua a non occuparsi di tutto – di solito dice che la maschera dovrebbe essere indossata dove “autorità locali” si riferiscono a lui.

Anche il responsabile della campagna del presidente, Brad Parskall, ha progettato il modello di maschera Trump-Pence in occasione di una manifestazione a Tulsa, in Oklahoma, il mese scorso, indicando ogni altra opportunità che un capo marchio potrebbe perdere.

Alcuni repubblicani hanno già provato a ritirarsi dall’estrema sensibilità nei confronti di una mossa contraria all’ideologia dei talk show conservatori, trovando modi per rendere la maschera più politicamente appetibile. Il leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy, repubblicano della California e fedele alleato di Trump, ha suggerito che con l’avvicinarsi del Giorno dell’Indipendenza, gli americani dovrebbero mostrare il loro patriottismo con le copertine rosse, bianche e blu. Il senatore Lamar Alexander, repubblicano del Tennessee, era glorioso in una maschera scolpita che ricorda la camicia rossa e nera che indossava quando passeggiava per il suo stato e fu eletto governatore per decenni.

Trump rimane in smentita

L’apparente cambiamento di Trump nel mascherare potrebbe non indicare un cambiamento simile nella sua negazione del peggioramento della crisi e nel suo rifiuto di fornire una forte leadership presidenziale.

In un’intervista di Fox Business, ha affermato che “abbiamo fatto tutto bene” sul coronavirus, una pandemia che inizialmente ha ignorato, poi mal gestito e politicizzato, e infine è tornato ad essere ignorato anche con oltre 127.000 americani ormai morti.

“Abbiamo fatto un ottimo lavoro. Contiamo che facciamo un ottimo lavoro”, ha detto, prima di ripristinare le sue aspettative immaginarie tipiche sul virus.

“Siamo tornati in un modo molto potente … e penso che saremo molto bravi con il coronavirus”, ha detto Trump. “Penso che a un certo punto andrà via. Spero”. .

Se il presidente non avesse un’epifania sul deteriorarsi della situazione, che ha rallentato quasi la metà degli stati o fermato i piani per riaprirli, cosa lo motiverebbe?

Se registra nuovi tassi di infezione, pienezza ospedaliera e una media di 1.000 morti americani al giorno, non può convincerlo a prendere sul serio l’epidemia, una cosa potrebbe ancora essere: il suo effetto catastrofico sulle sue speranze di rielezione.

Addetti ai lavori hanno detto a Jim Acosta, Jeremy Diamond e Kevin Liptak che esiste una spaccatura all’interno della cerchia interna di Trump sul fatto che il presidente debba rivolgere pubblicamente la sua attenzione al virus che ha ignorato per giorni o che continua ad aprire l’economia.

Molti dei principali aiutanti di Trump, tra cui il capo dello staff Mark Meadows e suo genero Jared Kushner, stanno iniziando a preoccuparsi delle opportunità di rielezione del presidente e hanno sollecitato un focus sull’economia. Ma altri consiglieri ritengono che sia stato gravemente danneggiato dall’epidemia.

“C’è una buona dose di preoccupazione”, ha detto uno dei consiglieri, descrivendo il presidente come “deluso” dai recenti sondaggi che indicano che Biden potrebbe vincere le elezioni di novembre con un ampio margine.

CNN Maeve Reston ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *