La compagnia aerea, il Messico, sta fallendo, indicando sfide "senza precedenti".

La compagnia aerea, il Messico, sta fallendo, indicando sfide “senza precedenti”.

La principale compagnia aerea messicana ha annunciato martedì di aver fatto domanda per iniziare la ristrutturazione ai sensi del capitolo 11, che le consentirà di continuare a volare.

“Il nostro settore deve affrontare sfide senza precedenti a causa del significativo calo della domanda di trasporto aereo”, ha dichiarato il CEO Andres Konessa in una nota. “Siamo impegnati a prendere le misure necessarie per poter lavorare efficacemente in questo nuovo panorama e prepararci bene per un futuro di successo quando la pandemia di Covid-19 è alle nostre spalle”.

Come molte compagnie aeree, Aeromexico è stato costretto a limitare le sue operazioni a causa dell’esaurimento della domanda di viaggi aerei. Negli ultimi mesi, la compagnia aerea ha creato parte della sua flotta e ha annunciato a marzo che lo avrebbe fatto avviare “Solo voli cargo per la prima volta.”
La compagnia è la più recente compagnia aerea in America Latina ad essere introdotta per il capitolo 11 negli Stati Uniti. A maggio, il LATAM si trova in Cile e Colombia Avianca (AVH) Sono iniziate le procedure fallimentari, che indicano la perdita di affari dovuta all’epidemia.

Konisa ha affermato che la compagnia aerea Mexico Airlines intende utilizzare il processo “per rafforzare la nostra posizione finanziaria, ottenere nuovi finanziamenti e aumentare la nostra liquidità”.

Le operazioni quotidiane continueranno mentre la società avvia una riforma finanziaria. I passeggeri devono comunque essere in grado di volare con i loro biglietti attuali e i dipendenti continueranno a ottenere i loro soldi come al solito, secondo l’amministrazione.

L’azienda suggerisce anche una graduale ripresa. Con l’inizio di un rilancio del trasporto aereo in alcuni paesi, “Aeromexico” amplierà presto il suo servizio di aviazione, con piani per raddoppiare i suoi voli nazionali e aumentare la capacità internazionale di quattro volte a luglio rispetto ai livelli del mese scorso, ha detto.

Ma le compagnie aeree devono ancora affrontare un percorso difficile. L’International Air Transport Association ha stimato che i viaggi internazionali potrebbero richiedere più di tre anni per tornare ai livelli pre-crisi.

Konessa ha aggiunto che la società deve ora “creare una piattaforma sostenibile per il successo in un’economia globale incerta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *