Sport

Pedullà: "Kalinic tra Milan e Everton". Dal Milan un giocatore in conguaglio

Pedullà:

Un Milan per il Milan.

Con tutta onestà, se io fossi Kalinic, non sceglierei mai di andare al Milan perché considerato di essere la quarta o quinta scelta nella lista dei dirigenti rossoneri in più se fossi la Fiorentina, cercherei il modo di venderlo anche a cifre più basse perché oramai le motivazioni non sono coerenti sul comportamento del giocatore alla volontà di andarsene da Firenze.

L'offerta del Milan era parecchio onerosa e si avvicina intorno ai 50 milioni, di cui 10 di prestito biennale oneroso e diritto/obbligo di riscatto a 40 milioni. Il direttore sportivo rossonero si racconta in un'intervista rilasciata a QS, svelando alcuni particolari che fanno sognare i tifosi del Milan: "Aubameyang è nel mio destino: è stato il primo giocatore che sono andato a vedere dal vivo, il mio primo viaggio fu proprio per lui".

La punta croata si è da tempo "promessa" al Milan che è alla ricerca di una punta di valore da inserire nella rosa di Montella. Forse sfumato Renato Sanches, trattativa molto complicata quella con il Bayern Monaco per portare a Milan il giovane portoghese, adesso l'obiettivo è un nome che fu menzionato anche durante la scorsa annata.

La Fiorentina ha ceduto diversi calciatori in questa sessione di mercato e non è finita. Kalinic, attaccante in forza alla Fiorentina, è da tempo sull'agenda del suo Fassone-Mirabelli ma, ad oggi, nessuna mossa decisiva da parte del Diavolo.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato