Internazionale

Abbattuta in Trentino l'orsa KJ2, aveva ferito un uomo

Abbattuta in Trentino l'orsa KJ2, aveva ferito un uomo”

Troppo pericolosa, e quindi abbattuta.

Nella serata di ieri gli agenti del Corpo forestale della Provincia italiana di Trento hanno proceduto all'abbattimento dell'orsa KJ2 in attuazione dell'ordinanza emessa dal presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, per garantire la sicurezza delle persone. L'animale il 22 luglio scorso aveva ferito un uomo che passeggiava con il suo cane in un bosco in zona laghi di Lamar. L'abbattimento è stato possibile grazie alle precedenti attività di identificazione genetica e successiva cattura e radiocollarizzazione ai fini della riconoscibilita dell'animale, spiega una nota della Provincia di Trento.

La stessa orsa aveva già ripetutamente aggredito un uomo nel giugno 2015: la vittima aveva riportato gravi ferite. Secondo quanto raccontato da Claudio Groff, responsabile settore grandi carnivori, servizio foreste e fauna della Provincia autonoma di Trento durante un'intervista su Radio 3 Scienza, sì: "In un caso come questo, ossia una femmina che attacca in presenza di cuccioli, anche se si tratta di un comportamento naturale, il legislatore ha previsto che si debba procedere con la rimozione del soggetto dal territorio o mettendolo in cattività, oppure abbattendolo". In quell'occasione KJ2 era stata catturata e dotata di radiocollare, del quale si era in seguito liberata. Duro il commento del presidente Aidaa Lorenzo Croce: "Ce lo aspettavamo e non hanno mancato di compiere l'ennesimo barbaro inutile omicidio, chi ha ordinato questo omicidio dell'orsa non è un uomo, è un barbaro, comunque legalmente parlando l'uccisione di KJ2 non resterà impunita".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato