Economia

Mps, nel primo semestre 2017 rosso da 3,2 miliardi

Mps, nel primo semestre 2017 rosso da 3,2 miliardi”

A 8 mesi dalla sospensione delle contrattazioni e dopo il tanto atteso salvataggio della banca senese, sono in molti a chiedersi quale sarà mai il futuro delle azioni del Monte dei Paschi di Siena, se non altro perché sembra che queste azioni siano pronte a fare ritorno sul mercato.

(Teleborsa) - In attesa delle pubblicazione dei conti di MPS, previsti per oggi 11 agosto, Fitch ridà fiducia a Rocca Salimeni, alzando il rating sul debito a lungo termine della banca senese da B- a B.

Quanto all'azionariato, dagli aggiornamenti della Consob è emerso che lo Stato, primo azionista della banca, detiene il 52,18% del capitale. Sono invece calati di 3,2 miliardi rispetto a fine marzo 2017. Giovedì dovrebbe arrivare a Siena la risposta della Bce alla lettera con cui Montepaschi 'rassicura' le autorità di vigilanza spiegando che le perdite contabilizzate per la cessione delle sofferenze sono comunque controbilanciate dai 3,9 miliardi già versati dallo Stato per la ricapitalizzazione precauzionale, in modo da mantenere un adeguato livello di capitalizzazione.

Pwc e Mazars, per conto della Banca d'Italia, hanno svolto diverse perizie in merito al valore delle azioni MPS prima e dopo l'aumento di capitale.

Nel primo semestre del 2017 Mps ha realizzato ricavi complessivi pari a circa 1,85 miliardi di euro, con un calo del 21% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente principalmente per la flessione del margine di interesse, delle commissioni nette e del risultato netto della negoziazione e delle attività/passività finanziarie. Nel complesso, nel semestre i volumi di raccolta sono cresciuti solo dello 0,2%, toccando quota 203 miliardi di euro.

Nel primo semestre gli impieghi verso clientela sono stati pari a circa 89,7 miliardi di euro, in riduzione di 17 miliardi di euro rispetto a fine dicembre 2016. La raccolta indiretta, invece, si è attestata a circa 96,6 miliardi di euro (-1,6% da inizio anno) in calo soprattutto per flussi netti negativi per circa 1,3 miliardi di euro sul risparmio amministrato.

Inoltre, è stato condotto in porto anche l'aumento di capitale sociale a servizio della sottoscrizione di circa 593 milioni di azioni da parte del Mef, per un controvalore pari a circa 3,8 miliardi di euro.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato