Intrattenimento

È morto George A. Romero, il padre degli zombie

È morto George A. Romero, il padre degli zombie”

Romero, nato a New York nel 1940, era diventato famoso in tutto il mondo nel 1968 grazie al film horror La notte dei morti viventi, divenuto immediatamente un successo e rapidamente uno dei film di maggiore culto e successo del genere, genere di cui concorse decisamente alla popolarità. Il regista americano aveva 77 anni ed era malato di cancro.

La notizia della morte di George Romero ha scosso il mondo del cinema e della letteratura horror. Aveva accanto a sé la moglie Suzanne Desrocher Romero e la figlia Tina. Il regista sarebbe morto nel sonno, ascoltando la colonna sonora di Un uomo tranquillo di John Ford, uno dei suoi film preferiti.

Il regista statunitense George Andrew Romero si è spento all'età di 77 anni. "George, non ci sarà mai più nessuno come te". Insieme ad alcuni amici forma la Image Ten Productions nei tardi anni Sessanta.

C'era tanto splatter in quella epocale "notte dei morti viventi" che tutti - da bimbetti o appena fuori dall'adolescenza - abbiamo visto almeno una volta, prima di infilarci sotto le coperte in preda agli incubi disegnati da Romero: armi a non finire, e poi l'eroe che è un afroamericano ucciso alla fine da una pattuglia di vigilantes che sembrano tanto sudisti del Mississippi. È una delle pellicole di maggior successo di Romero, e apre la strada ad un nuovo filone horror. Una passione per gli Zombi che non gli impedì di sperimentare brividi diversi con La città verrà distrutta all'alba, Wampyr, Creepshow, La metà oscura e Bruiser - La vendetta non ha volto. Successivamente si dedicò ad altre due pellicole che non ebbero la stessa fortuna. George Romero, ispirandosi a Io sono leggenda di Richard Matheson, sconvolge tutta la filmografia precedente dando una nuova e più incisiva identità alla figura dello zombi.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato